– MILANO – I giudici della Corte d’assise d’appello di Milano hanno confermato, al termine del processo abbreviato, la condanna a 30 anni per Laura Taroni l’ex infermiera dell’ospedale di Saronno (Varese) accusata della morte di madre e marito, i quali sarebbero stati uccisi tramite la somministrazione di medicinali. Delitti che sarebbero avvenuti in concorso con l’ex amante e medico del pronto soccorso saronnese, Leonardo Cazzaniga, a sua volta sotto processo, con rito ordinario, a Busto Arsizio. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)