– WASHINGTON – La seconda tornata del dibattito tra i candidati democratici in corsa alla  presidenza degli Stati Uniti, non ha risparmiato colpi ed accenti piuttosto forti a cominciare  da Bernie Sanders che è stato l’ultimo a prendere la parola.  “Non corro solo per battere il razzista Trump, ma per portare forti cambi strutturali nel Paese” – ha detto Sanders. E di cambiamenti necessari per una nuova America a partire dal 2021 ha parlato anche anche Elizabeth Warren. Meno radicale è apparso Breto O’Rourke con un accenno alla necessità di essere bipartisan e mette in evidenza come ha riscontrato successo anche fra i repubblicani quando ha corso contro Ted Cruz. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)