– ROMA – Che cosa ha interessato di più i l’informazione dei Tg in questa settimana? L’Osservatorio sui media dell’Eurispes ha posto in evidenza la “battaglia” della Sea Watch che si è imposta sull’informazione di primetime, raccogliendo da lunedì a venerdì scorso ben 37 titoli. I temi dell’immigrazione e della sicurezza conquistano ed assorbono l’attenzione delle testate, con il risultato di mettere in secondo piano i tanti fronti aperti per l’esecutivo. La tragedia del Rio Grande irrompe sulle presidenziali 2020; l’assegnazione all’Italia delle Olimpiadi invernali del 2026 è motivo lunedì di grande giubilo, e si guadagna l’apertura di tutte le testate; venerdì le impressionanti sequenze dell’abbattimento del Ponte Morandi di Genova conquistano il primo piano. L’analisi dell’Osservatorio Tg dell’Eurispes dal 24 al 28 giugno.L’annuncio via web della capitana Carola Rackete, che dopo 2 settimane di navigazione ha dichiarato di voler forzare il blocco per far sbarcare a Lampedusa i migranti a bordo della Sea Watch, monopolizza le edizioni di mercoledì e giovedì (13 aperture su 14).I temi dell’immigrazione e della sicurezza assorbono l’attenzione delle testate, con il risultato di porre in secondo piano i tanti fronti aperti per l’esecutivo. Il viaggio del premier Conte al G20 di Osaka raccoglie 8 titoli, con Tria che assicura sulla bontà delle misure che eviteranno la procedura d’infrazione, mentre il passaggio del decreto Crescita giovedì ne raccoglie 6, con il solo Tg5 che entra nei dettagli del provvedimento appena varato. Anche le tensioni nella maggioranza per la Tav, a cui si aggiunge il dossier Alitalia, non ottengono grande spazio. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)