– MILANO – Parte a settembre il Tir medico dell’Aisc, l’Associazione italiana scompensati cardiaci che secondo dati recenti sono oltre 14 milioni in Europa e più di 1 milione in Italia.La patologia registra ogni anno l’insorgere di nuovi casi, indicativamente 20 ogni 1000 individui tra 65 e 69 anni e più di 80 casi ogni 1000 tra gli over-85.Lo scompenso cardiaco è la causa più comune di ricovero tra gli ultra 65enni e si stima che, entro il 2020, rappresenterà la terza causa di decessi in tutto il mondo.Nonostante questo, il livello di consapevolezza da parte della popolazione è ancora molto basso e richiede una costante opera di informazione e sensibilizzazione. Il percorso del Tir, da alcuni anni, prevede tappe in diverse città italiane per sensibilizzare la popolazione su questa patologia, sull’attenzione ai sintomi, la gestione dell’evento in emergenza e, soprattutto, l’importanza della prevenzione mediante stili di vita corretti e seguendo, in modo rigoroso, le cure mediche. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)