foto di Vincenzo Di Monda

– NAPOLI – Il miglior disprezzo è la noncuranza. E al San Paolo questa sera, con gli spalti tristemente semideserti, questo antico proverbio sarà risuonato più volte nella testa degli undici uomini scelti da Ancelotti per affrontare il Genoa con il difficile compito di riconquistare il cuore dei tifosi. Ma la partita finisce 0-0 e il Napoli scende ancora più giù in classifica. Gli azzurri partono in quarta e il contestato Insigne prova a cancellare i veleni degli ultimi giorni. Al secondo minuto Lorenzo insacca ma l’arbitro Calvarese annulla per fuorigioco di Lozano. La partita non regala emozioni, a parte due occasioni da gol per i partenopei con Zielinski e Callejon. Il secondo tempo si apre con una buona occasione sciupata dall’ex Pandev. Al sessantunesimo Pinamonti ci prova, ma Koulibaly salva sulla linea. Poco altro da segnalare. La partita finisce tra i fischi e con la certezza che i prossimi giorni saranno i più difficili da affrontare per il club azzurro in questa stagione. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)