– ROMA – Standard & Poor’s ha confermato la tripla B all’Italia, indicando nella scarsa crescita e nell’alto debito i problemi dell’Italia, che però ha comunque fondamentali molto migliori, quali il livello di indebitamento di famiglie e imprese rispetto a molti altri stati del mondo. L’agenzia di rating ha quindi confermato il rating a BBB ma l’outlook resta negativo. Dagli economisti di S&P arriva una sostanziale conferma della valutazione sul credito italiano in cui si sottolinea che gli obiettivi di bilancio del governo sono in generale credibili, ma le stime del Pil sono ottimistiche.Per il 2019 S&P prevede un aumento del Pil dello 0,1%, 0,4% nel 2020, ma sfide che richiederanno un notevole rigore nei conti. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)