– TOKIO (GIAPPONE) – Il tifone Hagibis in Giappone, il più violento di quest’anno secondo i metereologi, ha causato già 10 vittime mentre  si contano 16 dispersi e circa 130 feriti secondo la televisione pubblica di Tokio. Le operazioni di soccorso continuano senza sosta nell’arcipelago centro-orientale, in particolare nella città a nord di Nagano, dove gli argini del fiume Chikuma hanno ceduto provocando massicci allagamenti, con un livello dell’acqua in alcune parti del territorio che ha raggiunto i 5 metri. L’aeroporto cittadino di Haneda a Tokyo ha ripristinato i servizi ma un gran numero di voli delle principale aerolinee rimangono cancellati. Hanno ripreso a funzionare i treni superveloci Shinkansen con partenza dalla capitale. Anche la metropolitana sta gradualmente riprendendo le corse. Nella prefettura di Chiba, a est di Tokyo e nelle aree limitrofe almeno 228.000 abitazioni sono senza elettricità, secondo gli ultimi aggiornamenti della Tokyo Electric Power(Tepco). Il tifone Hagibis, è dovrebbe indebolirsi nel pomeriggio di domenica, quando con ogni probabilità sarà declassato a ciclone tropicale. Secondo la classificazione iniziale, si può dire che il bilancio, pur sempre nella sua drammaticità, è rimasto contenuto per la tenuta delle strutture e del piano d’evacuazione messo a punto dalle autorità giapponesi. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)