– ROMA – Una foto arrivata alla Procura di Roma rischia di aprire un nuovo fronte dei metodi utilizzati da alcuni militari e agenti delle forze dell’ordine nelle loro indagini. Dopo il caso Cucchi sembrava che questa azioni di ingiustificata forza nei confronti dei fermati dovesse essere terminata. E invece questa foto ha spinto la Procura a chiedere una informativa in relazione a quanto accaduto nella caserma dei Carabinieri in cui compare Christian Gabriel Natale Hjort, uno dei due cittadini americani fermati per l’omicidio del Vice brigadiere Mario Cerciello Rega, bendato, con le mani legate e capo chinato. Dopo l’arrivo dell’informativa si procederà alla apertura formale di un fascicolo di indagine. Sulla vicenda l’Arma ha avviato una indagine interna.  –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)