ARLINGTON – La NASA e Boeing hanno dato il via a un contratto per la produzione di 10 core stage dello Space Launch System e fino a otto Exploration Upper Stages per supportare la terza delle dodici missioni Artemis.

Potrebbero essere ordinati, in base al contratto, fino a 10 core stage aggiuntivi, sfruttando la manodopera attiva, i materiali e le risorse delle strutture e l’efficienza della catena di fornitura per risparmiare sui costi di produzione.

SLS è un razzo da esplorazione spaziale profonda della NASA che lancerà astronauti nella navicella da 27 tonnellate metriche Orion, più il cargo, dalla Terra alla luna e infine su Marte. Boeing è il prime contractor per il core stage del razzo, l’avionica e le modifiche dello stadio superiore. Il razzo è progettato per potersi evolvere per missioni oltre la luna.

“Apprezziamo enormemente la fiducia che la NASA ha riposto in Boeing per la consegna di questo razzo deep space e il loro sostegno a favore dell’approccio del nostro team, che ha affrontato questa sfida tecnologica e di produzione senza precedenti a supporto del programma Artemis della NASA”, ha commentato Jim Chilton, senior vice president della divisione Boeing Space and Launch.

“Insieme a un network di fornitori coinvolti e innovativi a livello nazionale consegneremo il primo core stage alla NASA quest anno per Artemis I”, ha aggiunto Chilton. “Questo team sta implementando anche le lezioni e le pratiche innovative apprese dalla prima produzione per costruire un secondo core stage in modo più efficiente del primo. Siamo impegnati a migliorare continuamente in questo nuovo contratto”.

Boeing ha progettato, sviluppato, testato e costruito il primo core stage SLS previsto dal contratto originale NASA Stages, compresa la ristrutturazione dell’area manufacturing dell’azienda nello stabilimento Michoud Assembly (MAF) a New Orleans, realizzando le versioni test delle strutture SLS e progettando strumentazioni più efficienti e moderne, continuando contemporaneamente a mantenere standard rigidi di sicurezza e qualità per i viaggi spaziali umani. Il secondo core stage è contemporaneamente in produzione al MAF.

Boeing ha consegnato l’anno scorso il primo stadio superiore, l’Interim Cryogenic Propulsion System, costruito da United Launch Alliance a Decatur, Alabama, per la versione Block del veicolo in grado di evolversi. Il design più potente Exploration Upper Stage per la versione Block B è in via di sviluppo, mentre lo stabilimento MAF si prepara per la realizzazione.

SLS è l’unico razzo in grado di trasportare l’Orion e il cargo necessario oltre l’orbita terrestre in una missione singola, e questa è una capacità fondamentale per il programma deep-space Artemis della NASA.

“Boeing ha implementato tecnologie di produzione avanzate per la progettazione, il test e la produzione dei core stage, che consentiranno una produzione e uno sviluppo più rapidi, più efficienti e più sicuri”, ha dichiarato John Shannon, Boeing vice president e Space Launch System program manager. “La natura in grado di evolversi del razzo ci consentirà di integrare nuovi avanzamenti nei materiali e nelle tecnologie di produzione dato che ci stiamo muovendo verso la lune e verso Marte”.

(I-TALICOM)