I due elicotteri bimotore AW169 da addestramento basico dell’Esercito Italiano hanno raggiunto recentemente un importante traguardo

ROMA – I due elicotteri bimotore AW169 da addestramento basico dell’Esercito Italiano hanno raggiunto recentemente un importante traguardo operativo superando le 1000 ore di volo. Il primo AW169 è stato consegnato a luglio 2020 al 2° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Sirio”, basato a Lamezia Terme, seguito pochi mesi dopo dalla seconda unità.
L’introduzione dell’elicottero da addestramento di nuova generazione (denominato UH-169B) permette all’Esercito Italiano di preparare gli equipaggi per il futuro passaggio operativo sul nuovo elicottero multiruolo avanzato Light Utility Helicopter (LUH), sviluppato sulla base dell’AW169 ‘dual-use’, programma finalizzato all’ulteriore ammodernamento e razionalizzazione della flotta elicotteristica della Forza Armata.
Unitamente ai due AW169 da addestramento, che agevoleranno il processo di familiarizzazione dell’Esercito Italiano con le caratteristiche basiche della macchina durante lo sviluppo del nuovo LUH, viene fornito da Leonardo un pacchetto completo di supporto logistico e formazione per piloti e personale addetto alla manutenzione, per mantenere elevati livelli di disponibilità operativa e capacità di risposta.
Il programma LUH ha l’obiettivo di sostituire progressivamente diversi modelli in servizio ormai da tempo come l’A109, l’AB206, l’AB205, l’AB212 e l’AB412 per rispondere all’evoluzione dei requisiti operativi e beneficia di una catena logistica più efficiente essendo basata su un unico nuovo tipo.
L’introduzione dell’AW169 LUH, sviluppato specificatamente per l’Esercito italiano beneficiando della base rappresentata
dall’elicottero militare AW169M, permette anche di avvantaggiarsi di sinergie di tipo logistico, operativo, tecnico, certificativo e addestrativo in vista della progressiva crescita della flotta di AW169 degli operatori governativi in Italia. Questo aspetto rafforza la possibilità di effettuare operazioni congiunte efficaci e sicure con altri utilizzatori di questo moderno modello di elicottero e rappresenta un importante salto di qualità in termini di sicurezza nazionale, capacità di risposta alle emergenze e costo/efficacia per la gestione dell’intero ciclo di vita del prodotto per i prossimi decenni. Il programma AW169 LUH presenta una configurazione multiruolo avanzata dotata di sistemi di volo e di missione dedicati, tra cui, per citarne alcuni, pattini, il sistema di allarme MAIR (Multi Aperture InfraRed) di Leonardo e un sistema avanzato di comando, controllo e comunicazione per garantire la piena interoperabilità con altri assetti in ambito NATO.
L’Esercito Italiano riceverà inizialmente 15 AW169 LUH a partire dal 2023. Esercito Italiano: “Il 2° Reggimento dell’Aviazione dell’Esercito “Sirio” è il reparto designato per le attività di studio e verifica in volo della variante basica dell’elicottero, al fine di definire le modifiche volte alla sua riconfigurazione nella versione militare LUH”.

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments