LONDRA – British Airways è stata multata per 183 milioni di sterline (204 milioni di euro) dall’agenzia britannica per la protezione dei dati personali (Ico) dopo i fatti dello scorso settembre, quando degli hacker avevano bucato sistemi informatici del vettore e in due settimana rubato i dati di 380 mila carte di credito.  “Siamo sorpresi e delusi dai risultati dell’Ico – ha dichiarato il ceo di British Airways, Alex Cruz in una nota – British Airways ha risposto rapidamente all’atto criminale di furto di dati dei clienti e non ha trovato prove di attività fraudolente nei conti interessati da questo furto”. Nel mirino degli hacker sono stati i voli tra fine agosto e inizio settembre dello scorso anno; alla fine di ottobre, la società aveva specificato che di queste, 244.

(I-TALICOM)