CAGLIARI – Il CRS4, il Centro di ricerca del Parco tecnologico della Sardegna (Pula, Cagliari), scende in campo per l’emergenza da SARS-CoV-2 – la sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 – mettendo a disposizione della comunità scientifica la piattaforma di sequenziamento genomico, di bioinformatica e di analisi dati, denominata Next.

Il Centro è attivo da 30 anni nell’attività di ricerca su tecnologie digitali abilitanti, tra queste le bioscienze. Next sarà a disposizione dei ricercatori di tutto il mondo che ne faranno richiesta, tramite accesso da remoto, per effettuare esperimenti utili a studiare e a sviluppare nuove metodologie diagnostiche, nuove terapie, effettuare studi di sequenza per supportare lo sviluppo di vaccini, individuare i migliori trattamenti per la cura della malattia, supportare il monitoraggio epidemiologico utile per modulare l’impatto degli interventi di salute pubblica, utilizzando tecnologie di sequenziamento massivo su campioni di acidi nucleici non patogeni.

I ricercatori del CRS4 saranno a disposizione per verificare se esistono opportunità nell’utilizzo delle tecnologie di sequenziamento massivo, per definire il disegno degli esperimenti e per individuare le migliori modalità di uso delle macchine, effettuando direttamente gli esperimenti di sequenziamento presso il laboratorio di Pula, certificato Illumina.

(I-TALICOM)