– WASHINGTON – Una querelle che potrebbe finire in tribunale quella scoppiata tra due major del digitale. L’azienda di commercio elettronico Amazon, fondata da Jeff Bezos, è partita all’attacco di Microsoft per l’assegnazione a quest’ultima di un maxi-contratto da 10 miliardi di dollari per la fornitura di servizi Cloud al Pentagono. Secondo un portavoce del gruppo ci sarebbero “lacune evidenti in numerosi aspetti del processo di valutazione del contratto, degli errori e dei pregiudizi inequivocabili”. Alla gara aveva partecipato Amazon Web Services che già fornisce servizi analoghi alla Cia. Il gruppo di Bezos, che possiede anche il quotidiano di area liberal-democratica Washington Post, si prepara a presentare un ricorso e accusa la Difesa americana di aver scelto anche sulla base di “influenze politiche”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)