– ROMA – Apre oggi 18 ottobre il Maker Faire Rome, il grande evento della tecnologia, delle idee, e quest’anno con un grande focus sull’economia circolare. Tra le novità proposte c’è quella di pOsti, che per l’area food e agritech propone un kit plug&play. Si presenta come una semplice scatola con coperchio ma al su interno rivela una stampante, un Ipad, uno spettrometro, un router wifi, un pos.  Ogni componente è al suo posto. Out of the box e plug&play: pOsti ha coniugato due espressioni chiave realizzando per il banchista un kit preallestito, con tutti i componenti integrati tra di loro, che non necessitano di configurazione, dove basta fare start e il sistema parte. È un kit pensato per semplificare al massimo l’operatività del banchista in un progetto di tracciabilità fornendogli uno strumento pronto che funziona immediatamente. Collega e usa: il banchista con un semplice collegamento che alimenta il sistema riesce ad avere disponibilità immediata di un gestionale collegato alla stampante, al pos e alla piattaforma di pOsti. Dopo aver inserito sul tablet i dati riferiti al prodotto, con un click può procedere alla stampa dello scontrino parlante con 4 informazioni fondamentali – varietà, provenienza, data di raccolta, grado di maturazione – e contestualmente procedere al pagamento. Un’operazione che si svolge in tempi rapidissimi in uno spazio fisico 30 cm x 50cm. e che segna la frontiera della vera tracciabilità.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments