– HONG KONG – C’era da aspettarselo che accadesse e infatti questa notte i cali più netti sono arrivati da Hong Kong. A condizionare pesantemente i mercati è stata l’escalation di violenza che sta tenendo sulla corda il governo cinese da settimane. L’indice Hang Seng dell’ex colonia britannica nella notte ha perso quasi il tre per cento. E’ anche calato il gelo sulle negoziazioni tra Stati Uniti e Cina mentre si stava già dialogando su una rimozione dei dazi. Giovedì scorso, infatti, il portavoce del ministro del commercio cinese aveva detto che si era trovato un accordo per togliere i dazi in più fasi e poi a 24 ore di distanza è arrivata la smentita del presidente Usa Trump.Naturalmente i riflessi della caduta asiatica si ripercuotono anche sui titoli italiani che hanno forti interessi su quei mercati. Soprattutto i grandi brand del fashion che proprio lì hanno fatto le migliori performance.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)