– ROMA – L’Italia intende recepire “tempestivamente” la nuova disciplina europea sul copyright  “già attraverso la prossima legge di delegazione europea che sarà presentata alle Camere. A dichiararlo è stato Andrea Martella nel corso dell’audizione in commissione Senato. L’obiettivo è di  ricercare il miglior bilanciamento possibile tra libertà di espressione individuale e la tutela della qualità del pluralismo dell’informazione anche attraverso la giusta remunerazione dei contenuti editoriali”. Gli Stati membri dovranno recepire la Direttiva sul copyright entro 24 mesi dalla sua entrata in vigore, ovvero entro il giugno 2021. Direttiva che dovrà essere concretamente disciplinata, con il necessario  equilibrio per l’esercizio del nuovo diritto connesso. Di fatto verrà rafforzato il diritto degli  editori a tutelare le pubblicazioni di carattere  giornalistico in caso di utilizzo online da parte dei  prestatori di servizi della società dell’informazione”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)