– SAVONA – La frana che ha prodotto il crollo di una porzione di un viadotto sull’autostrada A6 nel Savonese, verrà monitorata con una sonda. E’ la soluzione mersa dopo il vertice in prefettura insieme alla Protezione Civile ed ai tecnici che stanno eseguendo le perizie di tutto il tratto stradale per quanto riguarda le infrastrutture ma a preoccupare è anche la vistosa frana di Marmorassi, la maggiore indiziata del disastro dell’autostrada che collega Genova a Savona e che solo per un caso non ha fatto vittime.La frana verrà monitorata con le sonde inclinometriche, apparecchiature estremamente affidabili con meccanica particolarmente sofisticata che rivela anche impercettibili spostamenti del terreno verso valle. I cavi utilizzato per queste sonde  state studiato contro gli effetti di usura ed  dotato di tacche crimpate che facilitano la misura per rilevare le modifiche del terreno. I dati rilevati con le sonde possono essere letti manualmente da centraline remote. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)