– ROMA- Mentre il governo ha varato la nota di aggiornamento al Def che richiede risorse in deficit di circa 30 miliardi, arriva lo schiaffo di Fitch che taglia ancora una volta le sue previsioni di crescita per l’Italia. Nel 2019 il prodotto interno del nostro Paese resterà fermo, a fronte della precedente previsione di una crescita dello 0,1%. Tagliate da un +0,5% a un +0,4% anche le stime sul 2020 mentre nel 2021 l’agenzia di rating ipotizza un aumento del Pil dello 0,6%.”L’economia italiana – si legge nel Global Economic Outlook di Fitch – continua a ristagnare, crescendo in uno solo degli ultimi cinque trimestri. La crescita zero nel secondo trimestre è inferiore alle nostre previsioni dello 0,1% di giugno. Ci aspettiamo che la crescita trimestrale resti compresa nel range 0%-0,1% per il prossimo futuro”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)