– BIARRITZ (FRANCIA) – I grandi incendi che stanno devastando la foresta pluviale amazzonica irrompono sul tavolo del G7 a circa 8.000 km. I devastanti incendi che hanno assalito il “polmone del pianeta” entrano nel G7 iniziato questo sabato a Biarritz sull’altro lato dell’Atlantico.  I temi di attrito non mancavano all’ordine del giorno, ma il passaggio delle armi tra Emmanuel Macron e il brasiliano Jaïr Bolsonaro (che non è ancora un membro del gruppo di sette) è venuto a scuotere questo vertice che è stato annunciato  già in fiamme.
La crisi è esplosa questo venerdì, su Twitter.  Giovedì sera, il presidente francese è stato allarmato nel vedere le foreste brasiliane andare in fumo.  “La nostra casa brucia.  Letteralmente “, è stato commosso, prendendo in prestito l’espressione usata 17 anni prima dal suo predecessore Jacques Chirac, al Vertice mondiale sullo sviluppo sostenibile di Johannesburg, in Sudafrica.
Il WWF Italia chiede al presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che partecipa al G7 di Biarritz, di farsi portavoce della fortissima preoccupazione della società civile italiana rispetto agli incendi che stanno devastando la foresta amazzonica e che si faccia promotore di una presa di posizione della comunità internazionale, che da un lato affermi la necessità, per il mondo intero, della conservazione della foresta amazzonica e che dall’altro metta immediatamente a disposizione del governo brasiliano e degli altri paesi coinvolti una task force antincendio dotata dei mezzi necessari, così come si fa nei grandi disastri naturali. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)