– ISCHIA (NAPOLI) – Sarebbe immaginabile un mondo senza plastica? E la sua sostituzione nei cicli produttivi di ogni oggetto entrato nell’uso comune è possibile senza aumentare l’impatto ambientale? L’interrogativo rimbalza prepotentemente sul tavolo del Forum  internazionale sull’economia dei rifiuti promosso dal Consorzio Polieco ad Ischia in programma oggi 21 settembre e domani con il titolo “Plastica: ancora un futuro?”. L’atteggiamento emotivo di “plastica FREE” che ha contaminato tutti i settori sta dimenticando che è fondamentale la cultura diffusa del riciclo e l’applicazione di sistemi virtuosi di riciclo in una società contemporanea. Lo hanno ribadito il presidente di Polieco Enrico Bobbio, è la direttrice generale del consorzio Claudia Salvestrini.Sulla necessità di analizzare il comparto del riciclo della plastica nella sua interezza e comprendere dove si annidano le aree grigie di dispersione, è intervenuto Antonio Scala del CNR-ISC e presidente di Applico insieme ai ricercatori dell’Istituto Italiano Opinioni Indagini Influenti in collaborazione con l’agenzia di stampa nazionale Primapress.
Il Forum è anche l’occasione per promuovere un focus sul fenomeno dei roghi delle piattaforme dei rifiuti, sul traffico illecito nazionale e transfrontaliero, sulle nuove modalità illecite di smaltimento dei rifiuti. Il caso della Campania, a seguito dei recenti incendi di enormi proporzioni in un panorama nazionale non meno compromesso, pone importanti quesiti sulla possibile infiltrazione della camorra nel business e nei segmenti deviati dell’imprenditoria legata alla gestione dei rifiuti. Nel corso della conferenza stampa larga attenzione sarà destinata all’uso delle plastiche e alla loro dispersione in mare, partendo dalla situazione del Mar Mediterraneo.
L’impegno del Polieco a favore di un’impresa etica nel settore del riciclo delle plastiche sarà occasione – durante il Forum – per affrontare tematiche come il sistema del riciclo in Italia e in Europa, le conseguenze della gestione criminale dei rifiuti sull’economia, la salute dei cittadini e la tutela ambientale. Il Forum PolieCo è patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Ministero delle Politiche Agricole, Agroalimentari e Forestali; Ministero della Salute. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)