– PARMA – Sarà il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad aprire la prima delle iniziative in programma per la celebrazionedi Parma Capitale italiana della Cultura 2020. La città si prepara a celebrare il suo titolo anche sotto la spinta del National Geographic che l’ha indicata come una delle sei migliori da visitare l’anno prossimo per il suo nobile passato, per la presenza delle opere del Correggio e Parmigianino e per la musica di Giuseppe Verdi.Il Parco Ducale sarà il crocevia delle celebrazioni ma tutta la città è chiamata a dare testimonianza del suo impegno a partire dal Teatro Regio con la presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il programma di Parma2020 si suddivide in quattro grandi azioni: le 65 iniziative del Dossier di candidatura e gli eventi speciali; l’energia del territorio, che vede oltre 150 iniziative sviluppate da Comuni, Provincia, Diocesi, e imprese; il programma dell’Università di Parma, con oltre 250 incontri sul tema della conoscenza; Emilia 2020, il programma coordinato con Piacenza e Reggio Emilia.All’interno del Dossier di candidatura, il Progetto Pilota e le Officine contemporanee, con il primo sviluppato tra antichi luoghi e nuovi distretti in quattro open call (tra installazioni, produzioni, laboratori, musica e incontri per promuovere la contaminazione tra cultura, imprese, tessuto urbano, periferie) e due mostre: Time Machine (Palazzo del Governatore, 11 gennaio – 3 maggio 2020), viaggio nel tempo attraverso opere di artisti come Douglas Gordon, Rosa Barba, Tacita Dean, Stan Douglas, e filmmakers come Martin Arnold, Harun Farocki, Jean-Luc Godard e Bill Morrison, e Hospitale – Il futuro della memoria (Crociera dell’Ospedale Vecchio, Oltretorrente 24 aprile – 10 ottobre 2020). La più grande installazione di Parma2020 racconterà la storia dell’Ospedale Vecchio nato dalle acque su otto grandi superfici tessili che diventeranno schermi sulle pareti della navata centrale, con la presenza virtuale di due attori. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)