– ROMA – L’appuntamento dei partiti di centro-destra a Piazza San Giovanni si è chiuso con un abbraccio tra Salvini, Berlusconi e Meloni. In piazza secondo gli organizzatori erano in 200 mila. Numeri più o numeri meno, una parte consistente del paese ha risposto alla chiamata per contrastare quell’accordo tra M5S e un partito democratico spaccato al suo interno. 
“Siamo qui per mandare a casa governo delle poltrone” ,spiega il parlamentare Claudio Durigon. Gli fa eco Salvini: “C’è qualcuno che ritiene eroina Carola, io preferisco ascoltare le parole di Oriana Fallaci”. Così Matteo Salvini, inizia il suo intervendo lanciando un video con le parole della scrittrice fiorentina, che attacca a difesa della “patria italiana, che io non regalo”. Il leader della Lega poi attacca: “Altro che estremismo, uomini normali, popolo contro elite, piazza contro Palazzo. Siamo 200mila, e duecentomila grazie”. “Il nuovo Governo con arroganza ha cancellato il ministero per le disabilità, per farvi capire quanto tengono conto dei disabili” incalza ancora. Poi affronta il capitolo migranti: “Meno partenze = Meno morti. Al governo abbiamo gente con le mani sporche di sangue. Noi al governo torneremo, e torneremo presto dalla porta principale. Senza trucchi e senza inganni. Io penso che chi davvero applica gli insegnamenti del Vangelo e della Bibbia sia colui che evita che questa gente salga su un barcone e si metta in mano a degli scafisti”.  –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)