– (ROMA) – In anteprima il video del nuovo singolo dei Flutua “Lux”, brano che da domani sarà in radio, è estratto dal loro primo album “Vota amore”.
Cadere negli inferi ballando vorticosamente, indugiare nei vizi, sperando in un colpo di luce: il singolo “Lux” parla di questa dimensione esistenziale sfruttando la metafora del ballo e un mix di sonorità che attinge dall’elettronica e dalla musica dance.

“Lux” è il vostro nuovo singolo che attinge dall’elettronica e dalla musica dance. Di cosa parla esattamente?
«“Lux” parla del bisogno di autoconsapevolezza che l’essere umano ha. La luce è l’emblema dell’auto consapevolezza. Luce che spesso all’essere umano manca o che viene percepita solo a tratti, rendendolo così incompleto.».
Cosa avete voluto far emergere di “Lux” attraverso questo video diretto da Dalia Orsi?«Sicuramente emerge l’ironia della canzone, ma anche l’idea di poter essere pazzi, divertendosi e lasciandosi andare.».Il brano è estratto dall’album “Vota amore”. C’è un filo conduttore che unisce i vari brani?
«Il filo conduttore è quello dell’individuo inserito nel suo mondo, nella società e nel suo tempo. Noi ci concentriamo sull’oggi. Non possiamo evitare di parlare di certe cose, perché sono alla base dei nostri vissuti e comportamenti. Parliamo di ciò che viviamo.».
Quali sono le vostre influenze musicali?
«Santigold, Grimes, M.I.A., Lorde, Royksopp, Tricky, Massive Attack, Major Lazers, Subsonica, Planet Funk, Bluvertigo, Caparezza, N.e.r.d., Alborosie, Daft Punk, Selah Sue, Lupe Fiasco, Sud Sound System, Goldfrapp, Gorillaz.».
Prossimi impegni?«Seguire la promozione dell’album e suonarlo dal vivo.». –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)