– MESSINA – Si è trattato di una delle esplosioni più violente che si siano verificate negli ultimi anni. Una serie di esplosioni in sequenza dalla bocca del vulcano Stromboli ha fatto anche una vittima: un turista che era poco più giù della sommità. Un’altro è rimasto gravemente ferito.  Una colonna altissima di fumo denso che ha impedito anche ai soccorsi di muoversi immediatamente, ha accompagnato la lava che scendeva lungo le pendici. A distanza di qualche ora dalla prima esplosione è stato possibile far iniziare le operazioni di soccorso con la squadra dei Vigili del fuoco di Lipari che ha raggiunto attraverso una mulattiera a Punta dei Corvi il corpo dell’escursionista deceduto. Un elicottero dei pompieri decollato da Salerno è stato impegnato nel salvataggio di due escursionisti che sarebbero caduti e non possono muoversi, con difficoltà operative per il gran fumo. Sull’isola è stato inviato un secondo elicottero dal reparto volo di Catania e anche la motobarca dal nucleo di Messina. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)