– ROMA – Gli annunci dei giorni e delle settimane scorse, sulle revoche delle concessioni alla società Autostrade per l’Italia, ora si fanno più consistenti. E’ il M5s ad accelerare sulla richiesta di revoca. “C’è un’evidenza fattuale che non hanno fatto quello che dovevano fare”, ha detto il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli. “Gli investimenti sono fermi, i viadotti vengono chiusi, non è accettabile”, ha aggiunto. Sulle concessioni autostradali “c’è un procedimento in corso. Credo vada portato a termine nell’interesse generale del Paese”. “Si va verso la revoca delle concessioni autostradali – conferma il capo politico M5s Luigi Di Maio in una intervista radiofonica – bisogna togliere a questi signori la concessione il prima possibile dopo che hanno preso i nostri soldi per i pedaggi senza fare la manutenzione delle strutture”. La replica di Autostrade, come ormai siamo abituati ad assistere, arriva da un altro media: “Non cerchiamo scuse, siamo pronti ad ogni verifica ma i ponti sono sicuri”.Un fatto è certo: ormai si è rotto qualsiasi rapporto che poteva vedere ancora in piedi un possibile ingresso di Atlantia (a cui fa capo Autostrade per l’Italia) per risolvere la questione Alitalia.   –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)