– ROMA – In 500 mila alla prima prova dell’esame di Stato, quella di italiano che prevede sette tracce, divise in tre tipologie (A,B,C). Sui banchi oltre 500 mila studenti. A tutti gli istituti scolastici è stato comunicato il codice di accesso al plico telematico delle prove che una volta scaricate sono state subito distribuite ai ragazzi. Le tracce saranno uguali per tutti gli indirizzi di studio. Le tracce “Il porto sepolto”, confluita nel 1942 nella raccolta L’allegria, di Giuseppe Ungaretti. Questa una delle tracce per la prima prova scritta dell’esame di maturità 2019. Corrado Stajano e “Eredità del Novecento”. E anche Leonardo Sciascia, tra le altre tracce. Le commissioni d’Esame coinvolte quest’anno sono 13.161 per 26.188 classi. I candidati iscritti alla Maturità sono 520.263, di cui 502.607 interni e 17.656 esterni. Secondo le prime rilevazioni del Miur, il tasso di ammissione all’Esame è del 96,3%. Nella tipologia A, con due tracce, sarà richiesta un’analisi del testo, nella B, per la quale sono previste tre tracce, l’analisi e la produzione di un testo argomentativo, infine nelle due tracce della tipologia C gli studenti potranno elaborare una riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. Gli studenti, come da tradizione, avranno a disposizione 6 ore per completare l’elaborato. Per i più veloci sarà possibile uscire prima, ma solo dopo le tre ore dall’inizio della prova. “Le tracce della prova di italiano – ha detto il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti – permetteranno a tutti di esprimersi al meglio. Spero che piacciano agli studenti e che abbiano l’imbarazzo della scelta”. Il ministro ha assicurato che le tracce saranno su argomenti vicini ai ragazzi. La seconda prova è domani, sempre dalle 8.30. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)