Il Ministro Costa in visita a Pomigliano

– ROMA – «Mi dispiace che il sindaco di Pomigliano si sia sentito offeso dalle mie parole, sabato scorso. Vorrei precisare che le mie parole non erano riferite a una persona specifica o tantomeno a un ruolo specifico ma a chi, mal gestendo la res pubblica, diventa un ladro di futuro. Un concetto che si evince chiaramente ascoltando tutto il discorso, e non leggendo la sintesi riportata sui social. Nel discorso ho chiaramente sottolineato, con la veemenza di chi crede fermamente nella polis e nel bene collettivo, che chi ruba il futuro deve essere mandato via». Cosi il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha replicato alle parole del sindaco di Pomigliano d’Arco, Raffaele Russo che stamattina aveva annunciato querela nei confronti dell’ex generale della Forestale. «Vorrei stendere un velo pietoso sulla maniera in cui il signor Costa, nelle sue funzioni di Ministro dell’Ambiente, si esprime, anche se purtroppo non mi meraviglia – ha detto il sindaco Russo – nel frattempo ho presentato regolare denuncia querela all’Autorità Giudiziaria nei suoi confronti. Non può arrivare a Pomigliano d’Arco consentendosi di dire menzogne che offendono non solo il sindaco e l’Amministrazione, ma il decoro di un’intera città». –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)