– PARIGI – L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) annota la crescita del Pil italiano nella voce “molto gradualmente”. Stando alle previsioni dell’organismo economico con sede a Parigi, il nostro paese si troverà a crescere appena dello 0,4% nel 2020 e allo 0,5% nel 2021, contro lo 0,2% del 2019:  è quanto emerge dalle Prospettive economiche dell’Ocse.  A pesare sulla crescita a dir poco lenta, è la “fiacca domanda esterna” e le “persistenti incertezze” legate agli attriti commerciali globali ma pesano anche i consumi interni la cui crescita è prevista in modo moderato, “spinti dalla stabilizzazione della fiducia dei consumatori e dai tagli al cuneo fiscale per molti lavori dipendenti”. Inoltre sottolinea l’Ocse “Con la riduzione delle incertezze legate alla politica interna, le condizioni di finanziamento diverranno più agevoli e gli incentivi fiscali dovrebbero sostenere gli investimenti”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)