– ROMA – Le ombre intorno all’omicidio di Luca Sacchi, il 24enne trainer rimasto vittima di una presunta rapina e le fughe in avanti del capo della Polizia sin dalle prime battute circa la complessa attività investigativa, hanno spinto Alfonso Sacchi, il papà del giovane a tenere una conferenza stampa insieme al legale incaricato dalla famiglia.“Anastasya era come una figlia e mio figlio era stupendo. Aveva tanta voglia di vivere, sono qui perché mia moglie non ce l’ha fatta. È devastata, forse mio figlio mi sta dando coraggio e io per prendere coraggio ho indossato anche i suoi indumenti”. “Spero che Anastasiya sia sincera, o dolore su altro dolore”, ha quindi detto Alfonso Sacchi, il papà del giovane ucciso con un colpo di pistola alla testa, nel corso di una conferenza stampa all’Hotel “Appia Park”. Quindi l’incontro con la stampa è servito a riaffermare che al momento ci sono solo due elementi: la morte di Luca è la posizione di Anastasya come parte offesa salvo prove diverse ma che al momento non sembrano emerse. Intanto altro fatto certo sono i due arrestati Valerio Del Grosso e Paolo Pirino.  –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)