– PESCARA – L’udienza preliminare sul disastro dell’Hotel Rigopiano, in corso a Pescara, ha riacceso gli animi per la tragedia in cui una valanga nel gennaio 2017 aveva travolto l’intera struttura: sotto le macerie dell’albergo, costruito in un canalone, morirono 29 persone. L’ex sindaco di Farindola, tra i 25 imputati, è stato aggredito durante una pausa dell’udienza dalla madre di Stefano Feniello, una delle vittime. Il padre del giovane è sotto processo per avere violato i sigilli al Rigopiano, portando fiori in memoria del figlio. Il processo è stato rinviato al 16/10.  –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)