– ROMA – Dialogo interrotto tra la sindaca Virginia Raggi e i sindacati confederali convocati in Campidoglio questo pomeriggio per fissare alcuni obiettivi strategici per il funzionamento di servizi. Al tavolo avrebbero dovuto prendere parte Cgil, Cisl, Uil ,Ugl e Usb ma, secondo indiscrezioni, sarebbe stata proprio la convocazione anche del rappresentante del sindacato di base Usb, ad aver provocato l’abbandono del tavolo della triplice e dell’Ugl. “Sono delusa e amareggiata – ha commentato Virginia Raggi – anche perché sono stata sempre aperta al dialogo e continuerò a esserlo. Tuttavia, Non è pensabile che a causa di vecchie logiche interne alle sigle sindacali, si perda una preziosa occasione di confronto utile ai lavoratori e soprattutto ai cittadini. Ho convocato – ha aggiunto la prima cittadina – un nuovo incontro il prossimo 19 dicembre. Mi auguro che stavolta si preferisca mettere al centro temi e contenuti e non beghe che interessano e riguardano solo ed esclusivamente le singole organizzioni sindacali e non cittadini e lavoratori, verso i quali occorre maggiore responsabilità”.L’abbandono del tavolo di confronto è stata considerata un’occasione persa anche da parte dall’assessore al Personale, Antonio De Santis: “Dialogo e collaborazione sono fondamentali per generare qualità nei servizi. Lo dimostra il lavoro sviluppato insieme ai sindacati della Funzione Pubblica, siglando due contratti decentrati dal 2017 a oggi. Per questo – ha aggiunto De Santis – Bisogna sempre mettere al centro il merito delle questioni. Oggi invece chi ha scelto di non partecipare al tavolo ha dimenticato quali sono le priorità”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)