foto di Leo Cremano
Il maestro pizzaiolo Ciro Savarese con il sushiman Ignacio Hidemasa Ito

– NAPOLI – Ci deve essere sempre un buon motivo per convincere un napoletano a spostarsi dal centro storico o dal lungomare per gustare una pizza. E se questo buon motivo trasforma un angolo di Arzano in un punto di riferimento per lo sconfinato popolo di fans del piatto partenopeo per eccellenza, allora si può parlare di vero e proprio boom. A suon di passaparola, di buone recensioni e di una crescente e meritata visibilità mediatica, grazie al contributo dell’impeccabile Laura Gambacorta, il maestro pizzaiolo Ciro Savarese da poche settimane ha fatto il suo ingresso, con 2 Spicchi, nella prestigiosa Guida delle Pizzerie d’Italia 2020 del Gambero Rosso. Per celebrare il successo, Savarese, da sempre affascinato dai sapori del Sol Levante, ha scelto di inserire nel menu una pizza che presentasse forti influenze del sushi fusion, la Pizza Ito, firmata dal noto sushiman Ignacio Hidemasa Ito alla guida delle cucine del Tabi restaurant di Napoli. Nella pizza Ito, la picanha scottata e la riduzione di salsa aromatizzata al ginger vanno a sposarsi con la mediterraneità della mozzarella di bufala affumicata e della polvere di pomodoro essiccato.Nel nuovo menu, presentato alla stampa e ai food blogger in una serata come d’abitudine caratterizzata da uno straordinario senso di ospitalità, c’è ovviamente spazio anche per la tradizione napoletana, rappresentata più che degnamente dall’Arancino al soffritto, realizzato con riso di Baraggia Dop e soffritto napoletano. Novità anche nel beverage con l’ingresso della birra “Ciro Savarese”, una saison blonde nata per celebrare la conquista dei 2 Spicchi e realizzata in esclusiva dal birrificio artigianale umbro San Biagio per il patron del locale di Arzano. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)