– VENEZIA – Il livello d’allerta per Venezia resta ancora alto per l’emergenza acqua alta.  Il centro maree del Comune ha emesso questa mattina il suo bollettino che prevede un livello dell’acqua ancora alto per alcuni giorni. Il prossimo picco è intorno alle 11.55 con un altezza sul livello del mare di 115 cm. ma è domani che la marea salirà sino ai 140 cm alle 11.20. Tutte le scuole, e molti uffici sono chiusi ma si lavorerà all’interno per mettere in sicurezza tutto il possibile.  Molti anche i negozi chiusi non solo per i danni subiti ma anche la scarsità di merci che non possono raggiungere il cuore della città con i barconi da trasporto.Il Sindaco Brugnaro, nominato anche commissario per l’emergenza, prova a quantificare i danni che dovrebbero ammontare intorno ad un miliardo. Dal Governo ci sarà un primo stanziamento di 20 milioni di euro per gestire l’emergenza e far ripartire la funzionalità della città. Intanto sulla questione Mose, il chiacchierato impianto mai finito di realizzare, l’ingegnere Alberto Scotti che si era occupato della prima progettazione della barriera salva-marea, che con l’improvvisa marea, il tempo necessario alla struttura di innalzarsi sul livello del mare, sarebbe stato eccessivo e pericoloso per i tecnici che dovrebbero seguire le operazioni. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)