– ROMA – Lo slogan che sta scandendo in queste ore l’incontro al Mise sul futuro della Whirlpool di Napoli è “Rispetto e dignità”. È un drappello di lavoratori a scandirlo in attesa di conoscere le risultanze del confronto tra sindacati, proprietà e La neo sottosegretaria, Alessandra Todde (M5S) che ha preso l’eredità della crisi dello stabilimento su cui era già intervenuto Luigi Di Maio.
Sta di fatto che l’ad dello stabilimento Luigi La Morgia ha annunciato che domani l’azienda avvierà la cessione del ramo d’azienda per la sede di Napoli. Lo si è appreso da fonti presenti al tavolo. L’unica soluzione per lo stabilimento è l’individuazione di un nuovo partner – ha continuato La Morgia – che è stato individuato in Passive refrigeration solutions (Prs). Una riconversione che imporrebbe una capacità produttiva completamente diversa.
“L’avvio della procedura di cessione ramo d’azienda per noi è offensiva”. Così Barbara Tibaldi, segretario nazionale Fiom, commenta l’annuncio di Whirlpool al tavolo di confronto. «Prevederebbe un confronto tra le parti, ma non mi sembra ne abbiate intenzione. Vi invito ad avere rispetto per i lavoratori. C’è un accordo da rispettare, quello del 25 ottobre 2018”. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)