DUBAI – ATR finalizza la vendita di tre ATR 72-600 alla compagnia aerea centrafricana Afrijet che utilizzerà questi aerei per sostituire parte della sua flotta di ATR 72-500. Gli ATR 72-600 saranno equipaggiati con il motore P&WC di ultima generazione, il PW127XT-M, che offre una migliore efficienza e un minor consumo di carburante. Questo accordo è un’ulteriore prova dell’efficacia dell’ATR nell’apertura di rotte e reti regionali, grazie alla sua efficacia in termini di costi. Afrijet ha iniziato con ATR di seconda mano, prima di noleggiare il suo primo ATR 72-600 nel 2020. Questa acquisizione diretta di nuovi aerei porterà la dimensione della flotta a quattro ATR 72-600, che permetterà alla compagnia aerea di aprire nuove rotte e aumentare la frequenza dei suoi voli.

La connettività regionale ha dimostrato i suoi benefici per le economie locali, con un aumento del 10% dei voli regionali che porta potenzialmente a una crescita del 6% del PIL regionale. L’ATR ha una comprovata capacità di aprire nuove rotte grazie alla sua efficienza operativa e versatilità. Consuma oltre il 40% in meno di carburante e quindi emette il 40% in meno di CO2 rispetto a un jet regionale.

Marc Gaffajoli, direttore di Afrijet, ha spiegato: “Per essere efficiente in Africa, un aereo deve essere conveniente, affidabile e operativamente versatile. Abbiamo bisogno di questi nuovi ATR perché lo sviluppo della connettività nel Golfo di Guinea è vitale per la crescita del commercio e l’integrazione comunitaria nella zona CEMAC. Come operatore nell’Africa equatoriale, che ospita la seconda foresta più grande del mondo, siamo orgogliosi di essere pronti a investire in un aereo con una bassa impronta di carbonio e un impatto ambientale controllato e prevedibile”.

Stefano Bortoli, presidente esecutivo di ATR, ha detto: “Afrijet continua a fidarsi di noi per far crescere il suo business e siamo sempre orgogliosi di vedere una compagnia aerea passare dalla vecchia alla nuova generazione di ATR, e infine acquistare una nuova flotta. Il fatto che Afrijet sia in grado di fare questa transizione durante un periodo così difficile è una vera testimonianza della sua eccellente strategia e del suo modello di business, così come della qualità della sua performance. È anche la prova che l’ATR è l’aereo ideale per fornire connettività regionale in Africa”.

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments