Airbus aumenta i test sulla tecnologia

TOLOSA – Airbus ha lanciato l’ “Advanced Superconducting and Cryogenic Experimental powertraiN Demonstrator” (ASCEND) per esplorare l’impatto dei materiali superconduttori e delle temperature criogeniche sulle prestazioni dei sistemi di propulsione elettrica di un aeromobile.

L’introduzione di materiali superconduttori può abbassare la resistenza elettrica, il che significa che la corrente elettrica può fornire potenza senza perdita di energia. Quando accoppiati con l’idrogeno liquido a temperature criogeniche (-253 gradi Celsius) i sistemi elettrici possono essere raffreddati per aumentare significativamente le prestazioni del complessivo sistema di propulsione elettrica.

Airbus userà ASCEND per esplorare la fattibilità di queste promettenti tecnologie al fine di ottimizzare l’architettura di propulsione pronta per il volo a basse emissioni e a zero emissioni. I risultati dovrebbero mostrare il potenziale dimezzamento per il peso dei componenti e le perdite elettriche, dato che il volume e la complessità dell’installazione dei sistemi sono ridotti, così come una riduzione della tensione a meno di 500V, rispetto ai sistemi attuali.

ASCEND valuterà architetture elettriche da diverse centinaia di kilowatt ad applicazioni multi-megawatt con e senza idrogeno liquido a bordo.

Airbus progetterà e costruirà il dimostratore nei prossimi tre anni nella sua E-Aircraft System House. Le soluzioni che potrebbero essere adattate ai motori a turboprop, turbofan e ad elica ibrida saranno testate e valutate entro la fine del 2023. Il progetto supporterà il processo decisionale di Airbus per il tipo di architettura del sistema di propulsione richiesto per gli aeromobili futuri. ASCEND dovrebbe anche supportare i miglioramenti delle prestazioni dei sistemi di propulsione esistenti e futuri in tutto il portafoglio Airbus, compresi gli elicotteri, gli eVTOL e gli aeromobili regionali e a corridoio singolo.

Il dimostratore è sviluppato all’interno di Airbus UpNext, una filiale di Airbus creata per dare alle tecnologie future una corsia preferenziale di sviluppo costruendo dimostratori in velocità e su scala, valutando, maturando e convalidando nuovi prodotti e servizi che comprendono innovazioni tecnologiche radicali.

(I-TALICOM)