TOLOSA –  Airbus Helicopters, in collaborazione con l’autorità francese per l’aviazione civile DGAC, ha iniziato le prove in volo di un sistema di back-up del motore (EBS) a bordo del suo Flightlab. Il progetto apre la strada a un futuro sistema di propulsione ibrida per gli elicotteri leggeri, fornendo miglioramenti concreti della sicurezza di volo a breve termine. L’obiettivo principale della campagna è quello di migliorare la sicurezza di volo delle operazioni con un solo motore, fornendo energia elettrica di emergenza in caso di guasto alla turbina.

Per condurre questi test, il Flightlab è stato equipaggiato con un motore elettrico da 100 Kw collegato al cambio principale, che può fornire energia elettrica per 30 secondi in caso di guasto al motore. Dando al pilota un tempo extra per reagire e mantenere la velocità del rotore, il sistema di back-up del motore contribuisce a una manovra di autorotazione più sicura e più fluida verso terra. Gli attuali test di volo includono la simulazione di un’avaria al motore in diverse condizioni di volo, comprese le procedure di decollo e di atterraggio e le relative limitazioni.

Mentre si valutano i margini di sicurezza e i vantaggi in termini di prestazioni, la campagna di volo mira anche a dimostrare un aumento delle prestazioni, grazie all’immediato apporto di energia elettrica. Il vantaggio potenziale in termini di peso massimo al decollo è quello di compensare la massa del sistema EBS stesso e di fornire agli operatori di elicotteri un carico utile aggiuntivo.

“Il sistema di back-up del motore è un buon esempio dell’approccio incrementale nella nostra strategia di innovazione”, ha dichiarato Tomasz Krysinski, Head of Research and Innovation di Airbus Helicopters. “Gli attuali voli EBS sono un primo passo molto importante verso un futuro sistema di propulsione ibrida e prevediamo già una seconda fase del progetto con più energia e potenza a bordo. Stiamo cercando di sviluppare un sistema di propulsione ibrido completamente parallelo che mescoli l’energia termica ed elettrica insieme con l’obiettivo di ottimizzare il consumo di carburante e consentire voli ibridi monomotore sopra le aree urbane”.

Poiché la campagna di volo dell’EBS cerca anche il modo di facilitare la possibile introduzione di questo tecno-mattone sui futuri aeromobili di produzione, i vari componenti del sistema sono stati progettati pensando alla produzione in serie.

(I-TALICOM)