BOLOGNA – BI-REX – Big Data Innovation & Research Excellence compie il primo passo concreto verso la realizzazione di progetti di ricerca applicata, con la pubblicazione del bando per la preparazione delle proposte progettuali, un ampio ecosistema di progetti di ricerca collaborativa pubblico-privata, aperti ed inclusivi di intere filiere industriali e PMI.
Trattandosi di un bando pubblico, il coinvolgimento di aziende esterne al Consorzio è auspicato sia dal Consorzio che dallo stesso MISE.
Il valore complessivo di questa prima Call è di circa 3,2 Milioni di euro e saranno 7 le aree tematiche coinvolte: big data per la sostenibilità, big data per il manufacturing, ICT per macchine e linee di produzione, sistemi avanzati per la gestione dei processi di produzione, security e blockchain, additive & advanced manufacturing, robotica collaborativa warehousing e AGV.
I 16 progetti di Ricerca Sviluppo e Innovazione che verranno selezionati, dovranno essere orientati alla sperimentazione, prototipazione e adozione di soluzioni tecnologiche e organizzative basate sulle tecnologie abilitanti di Industria 4.0.
“Premieremo progetti che perseguano almeno uno dei seguenti obiettivi: miglioramento e innovazione dei processi produttivi; miglioramento e innovazione di prodotto; miglioramento e innovazione dei modelli di business e organizzativi a favore della competitività aziendale, con un forte accento posto sull’innovatività della proposta progettuale. Inoltre adotteremo criteri premiali finalizzati all’apertura ed all’ampia collaborazione; per noi il fatto che il progetto preveda di coinvolgere Pmi, Enti di ricerca e Università è senza dubbio un fattore premiante, mentre scoraggiamo progetti presentati da singole aziende, proprio perché la logica di queste iniziative è quella di creare innovazione e opportunità di sviluppo diffuse a quanti più soggetti e realtà possibili” – afferma Domenico Bambi, Presidente del Comitato Esecutivo di BI-REX.
La dotazione finanziaria complessiva di BI-REX messa a disposizione del MISE per i progetti di innovazione, ricerca industriale e sviluppo sperimentale ammonta a circa 5,4 milioni di euro, destinati a sostenere un programma di diversi progetti finanziati nell’arco dei prossimi 3 anni. La parte restante verrà destinata alle altre Call, che il Consorzio conta di mettere a calendario entro il primo quadrimestre del 2020.

(I-TALICOM)