MARIGNANE – Airbus Helicopters ha ricevuto la certificazione EASA per l’aggiornamento della potenza del suo elicottero monomotore H125. Annunciata all’Heli-Expo dello scorso anno, questa importante evoluzione aumenta la potenza dell’elicottero fino al 10%, sfruttando appieno la potenza disponibile del motore Arriel 2D di Safran Helicopter Engines.

Mentre il peso massimo al decollo dell’elicottero rimane invariato, le sue capacità di sollevamento del carico esterno e interno sono aumentate per gran parte degli ambiti di intervento (fino a +140 kg), mentre l’altitudine massima di hovering di OGE al peso massimo di decollo è aumentata di più di 1.500 piedi (fino a 12.600 piedi).

“La nostra ambizione è migliorare continuamente i nostri prodotti e portare ulteriori vantaggi competitivi ai nostri clienti”, ha detto Axel Aloccio, Head of Light Helicopters Programme. “La potenza extra offerta da questo importante aggiornamento rappresenta un aumento del carico utile dal 10% al 20% per una tipica missione di lavoro aereo rispetto alle attuali capacità di sollevamento dell’elicottero e conferma la superiorità dell’H125 in termini di carico utile e di rapporto qualità-prezzo”.

Questa potenza extra sarà inclusa come caratteristica standard, senza costi aggiuntivi, su tutti gli H125 di nuova produzione consegnati da settembre 2021 in poi. Una soluzione di retrofit che consiste in un aggiornamento del software VEMD, disponibile da Thales tramite un retrofit in officina o una sostituzione standard, sarà disponibile anche per tutti gli H125 già in servizio nella regione EASA entro la fine di aprile 2021. Altre certificazioni internazionali dovrebbero essere ottenute nei prossimi mesi.

Con più di 4.000 elicotteri in servizio con circa 1.500 clienti globali e 28,5 milioni di ore di volo accumulate, l’H125 continua a guidare il mercato degli elicotteri monomotore in tutti i segmenti di missione grazie alle sue elevate prestazioni e capacità multi-missione. Negli ultimi 10 anni sono stati consegnati 1.420 H125, con una quota di mercato del 52%.

(I-TALICOM)