MILANO – È arrivato ad un punto cruciale il prototipo dell’aereo supersonico a basso impatto rumoroso NASA X-59 QueSST.  Il modello, al cui sviluppo si sta lavorando ormai da tempo, sarà infatti fondamentale per capire se si potranno in futuro realizzare velivoli in grado di volare velocemente senza avere impatti dannosi in fatto di comfort acustico.

E la svolta potrebbe arrivare entro quest’anno quando è previsto il primo volo. L’X-59 è stato infatti spostato dagli stabilimenti californiani di  Skunk Works di Lockheed Martin a quelli in Texas per effettuare  i test a terra.

Si tratta nello specifico di una serie di valutazioni per capire se l’aereo sarà in grado di resistere ai carichi in volo ed alle sollecitazioni.

Per quanto riguarda il design l’X-59, che in parte si rifà al Concorde, prevede  una fusoliera di circa 9 metri di lunghezza dotata di una super tecnologica cabina di pilotaggio da cui, grazie a schermi ad alta risoluzione, sarà possibile osservare l’esterno ripreso da telecamere posizionate sopra e sotto il muso del velivolo.

Il motore è invece un GE F414, posizionato in alto  nella zona posteriore , mentre l’apertura alare è pari a circa 9 metri.

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments