– CITTÀ SEL VATICANO – Ecco i nuovi dieci porporati che verranno nominati nel Concistoro del prossimo 5 ottobre come ha anticipato Papà Francesco: l’arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi, formatosi nel movimento di Sant’Egidio. Ma tra le vicende biografiche di Zuppi va ricordato infatti  che negli anni Novanta ha svolto un’azione diplomatica tale da far finire una guerra pluridecennale in Africa.  Nel 1990, insieme ad Andrea Riccardi, Jaime Pedro Gonçalves e Mario Raffaelli ha svolto il ruolo di mediatore nelle trattative tra il governo del Mozambico (all’epoca controllato dai socialisti del Fronte di Liberazione del Mozambico) (Frelimo, Ndr.) e il partito di Resistência Nacional Moçambicana (Renamo, Ndr.), impegnati sin dal 1975 in una guerra civile. La mediazione condusse il 4 ottobre 1992, dopo 27 mesi di trattative, alla firma degli Accordi di pace di Roma che sancirono la fine delle ostilità. Per questi eventi Zuppi e Riccardi vengono nominati cittadini onorari del Mozambico. In seguito  Zuppi ha continuato ad operare con la cosiddetta “diplomazia parallela” della Comunità di Sant’Egidio. E il Mozambico sarà il primo paese del Continente africano che Francesco visiterà tra pochi giorni.Nuovo cardinale anche l’arcivescovo di Kinshasa ( Congo), Fridolin Ambongo Besengu e quello di Rabat (Marocco) Cristobal Lopez Romero.Su un totale di 13 cardinali che saranno nominati ( tre sono ultra ottantenni, non elettori , che vengono così ringraziati della loro opera per la Chiesa) ci sono un esponente dei Missionari d’Africa, dei missionari comboniani , dei Salesiani, dei Capuccini , e dei Poveri servi della Divina  Providenza. E ben tre sono gesuiti.Uno di questi , padre  Michael Czerny, che èe’ il capo operativo  della sezione migranti del Dicastero per lo sviluppo umano integrale (la sezione che il Papa ha voluto riservare a sè)  ha dichiarato di non aver saputo nulla in anticipo, si trova in Brasile per un incontro preparatorio del prossimo Sinodo sull’Amazzonia, lo ha avvisato un confratello gesuita su whatsapp, questa mattina. In più Czerny è un semplice prete, non è neppure vescovo ( come richiesto dal codice di diritto canonico), anche se il Papa può ordinarlo prima del Concistoro, oppure lasciarlo prete.
Autore della Civilità cattolica, come ha ricordato il direttore Antonio Spadaro in un tweet insieme all’arcivescovo di Lussemburgo, Jean-Claude Hollerich, con la sua difesa dell’Europa, anche lui prossimo cardinale.Da sottolineare , l’assenza tra le nuove berrette di nuovi cardinali statunitensi. –

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)