– SARNO – L’incendio di Monte Saretto, in un’area del territorio di Sarno, che ha distrutto circa due ettari di bosco e minacciato le case intorno, ha per responsabili un gruppo di ragazzi, cinque dei quali minorenni, che lo anno applicato per “gioco”. . Sui loro cellulari le immagini dell’incendio ed ora gli inquirenti stanno esaminando tutti i messaggi che il gruppo si è scambiato per tentare di stabilire una scala di responsabilità. L’irresponsabile bravata è costata alla comunità la perdita di un patrimonio di verde boschivo che alle prime piogge renderà il terreno fangoso con possibili frane a valle dove cìè il piccolo centro abitato. Durante l’incendio 200 persone erano state evacuate per il pericolo che le fiamme avvolgessero anche le case. Già ieri sera tutti avevano fatto rientro nelle loro abitazioni ma è rimasto negli occhi lo scempio prodotto da ragazzi fuori da ogni realtà. Il Sindaco di Sarno avrebbe richiesto lo stato di calamità naturale perché è andato distrutto il 90% della pineta, ma sarà improbabile il riconoscimento del danno da parte dello Stato. Di contro, invece, le associazioni ambientaliste dell’area chiedono per i giovani minorenni la ripulitura del territorio incendiato con lavori socialmente utili.

Fonte: PrimaPress.it

(I-TALICOM)