La Smart Technology, applicata al turismo, sta cambiando il modo in cui vediamo il mondo, dalle app delle compagnie aeree fino ai servizi negli hotel. Immagina una stanza d’albergo così smart che trasmette in wi-fi 5G attraverso il proprio sistema d’illuminazione, ti permette di caricare il tuo smartphone appoggiandolo semplicemente sul tuo comodino, e ha una macchina del caffè che si ricorda che tipo di miscela hai preso l’ultima volta, prima di preparartene uno esattamente uguale quando senti la necessità di un’altra dose di caffeina. Anche se potrebbe sembrare fantascienza, questo tipo di tecnologia è già in fase di test in alberghi e aziende turistiche in tutto il mondo, per migliorare il modo in cui viaggiamo. I viaggiatori si stanno facendo furbi nei modi in cui ricercano, prenotano, e fanno esperienza dei loro viaggi. Negli scorsi anni, le aziende turistiche sembravano spesso spaventate dal fatto che i propri clienti fossero armati di informazioni e competenze acquisite dal web, ma col tempo hanno intuito che ciò poteva essere a loro vantaggio e si sono organizzate per fornire il migliore servizio possibile. Ormai è sempre più in crescita il numero di hotel ‘smart’, alberghi in grattacielo incentrati sul design, fino ad arrivare a pionieristici hotel hi-tech, presenti nelle catene sparse per il mondo. Si utilizzerà la tecnologia in maniera intelligente per semplificare l’esperienza dell’ospite e per dare un tocco più familiare, ma si deve evitare di adottare la tecnologia fine a se stessa, o di usare sistemi hi-tech, app, o altri sistemi che possano complicare più che facilitare la «guest experience». La battaglia per il turismo più intelligente si estende oltre la terraferma e i cieli. Anche le navi da crociera stanno cominciando a offrire braccialetti intelligenti ai propri ospiti. In un eco di tecnologie già introdotte nei parchi a tema, i bracciali possono funzionare come chiavi delle stanze, e immagazzinare i dettagli della carta di credito o di debito per effettuare acquisti online. Per attrarre una nuova audience, e per offrire un’esperienza di viaggio più snella e in definitiva più gradevole, le crociere di linea stanno utilizzando tecnologie moderne on-board. L’app a supporto, può anche essere utilizzata per prenotare escursioni, cene, e attività a bordo. Un’altra faccia della medaglia sono tutti i siti e le app che con clamore annunciano l’uso dell’hi-tech per offrire viaggi a basso costo. Bene, non ci resta che navigare e trovare le migliori soluzioni all’avanguardia come per esempio, quello dell’Henn Na Hotel, entrato nel Guinness dei primati in quanto primo hotel interamente gestito da robot. Inaugurato nel 2015, l’hotel si trova nella prefettura di Nagasaki, in Giappone, e può contare su un personale di quasi 200 robot dalle sembianze di uomini. Gli umanoidi sarebbero in grado di parlare fluentemente 6 lingue e di svolgere tutte le mansioni legate all’accoglienza dei clienti: trasportare le valigie, dare informazioni sulla camera o sulle località turistiche, e gestire le prenotazioni. Io fin che posso continuo a farmi vacanze normali, approfittando, dei territori ancora naturali come Reykjavik in Islanda, dove mi piacerebbe trascorrere la prossima vacanza. Buon viaggio a tutti.

                                                                                                                                   Guido Cristofaro

 

 

 

(I-TALICOM)