La tecnologia di Axians e Cisco a servizio dei treni Eav in Campania

220

NAPOLI – Maggiore sicurezza per i passeggeri grazie al diretto collegamento con la Centrale Operativa di EAV e con le forze dell’ordine, collegamento trenostazione per monitoraggio di dati, immagini e posizionamento del trenooltre cheservizi a bordo più efficaci grazie agli scherminelle carrozzee alla possibilità di accesso wifi. Tutto questo rientra nel progetto “Treno sicuro” presentato questa mattina a Napoli dal Presidente e DG di EAV Umberto De Gregorio alla presenza dell’Assessore alla Ricerca, Innovazione e Start Up della Regione Campania, Valeria Fascione.

 

Il progetto, promosso dall’Ente Autonomo Volturno, è stato realizzato in partnership con le aziende Axians (del Gruppo Vinci Energies Italia)e Cisco che hanno fornito e installato i loro sistemi digitali. A presentare le nuove tecnologie sono stati Salvatore Perrot, Managing Director Nord Ovest, CentroSud di Axians Italia, Enrico Mercadante, Leader Team Sales & Technical Specialists per il Sud Europa di Cisco Italia e Pasquale Rovito, Responsabile Ricerca e Sviluppo e RTD di EAV che spiega: “Si tratta di una infrastruttura di comunicazione realizzata sperimentalmente nella Galleria San GiorgioVolla per una lunghezza di circa 4 Km. e su un treno prototipo. Grazie alle nuove tecnologie WIFI utilizzate viene garantita una connettività a banda larga affidabile anche quando il treno è in movimento.Gli elementiper realizzare una vera e propria rivoluzione, un cambiamento radicale nei sistemi di informazione e nei servizi al pubblico, ci sono tutti. Il principale ingrediente è proprio quello di essere riusciti a fare rete.”

 

Per Eav non si tratta solo di fruire di tecnologie straordinarie, grazie agli accordi come quello sottoscritto con Cisco e Axians e alla collaborazione che ne è scaturita, EAV hafatto Open Innovation mentre molto spesso l’Open Innovation è un tema di cui si parla soltanto. In questi anni abbiamo avuto collaborazioni continue con le Academy Cisco e Apple, abbiamo partecipatoa diversi hackathon che hanno ispirato soluzionitecniche importanti, abbiamo dato supporto a numerosi project work dei ragazzi delle academy, e anche oggi vedremo una app sviluppata dagli studenti del Cisco DT Lab, con il supporto del nostro settore Ricerca e Sviluppo, che sfrutta le tecnologie messe a punto da Cisco e dagli altri partner.Oggi, grazie ai fondi esistenti, siamo fiduciosi di passare dalla sperimentazione alla realizzazione di progetti esecutivi che migliorano la sicurezza e i servizi al pubblico”, dichiara Umberto de Gregorio, Presidente e DGdi Ente Autonomo Volturno.

 

A complimentarsi per la sperimentazione con l’auspicio che sia solo l’inizio di un lungo percorso di rinnovamento della linea, l’Assessore ValeriaFascione: Grazie davvero per questasperimentazione di treno sicuro che rende il viaggio più confortevole per tutti, pendolari e turisti. Un lavoro fatto insieme, Regione, Eav, Università e aziende private che ha portato un risultato davvero importante. Come Regione ci teniamo a tutte queste forme di partenariato perché siamo convinti siano la strada giusta per coniugare formazione e lavoro. Quello che presentiamo oggi è un treno che guarda al futuro, smart, con un occhio particolare alla sicurezza sia sanitaria sia personale, con sistemi digitali che rendono il viaggio una vera e propria esperienza grazie alle app collegate ai servizi turistici del nostro territorio. Quello di oggi è un esempio di come vorremmo che siano i mezzi di trasporto pubblici nella nostra Regione, noi stiamo lavorando per questo.

A spiegare le particolarità della realizzazione tecnica dell’impianto, Salvatore Perrot: Grazie alla Partnership che ci lega a Cisco da qualche anno, riusciamo sempre di più a realizzare progetti di alto valore tecnologico come quello che presentiamo oggi. Nell’ambito dei trasporti e in particolare le metropolitane, Axians Italia è diventata sempre più esperta nel lavorare anche in siti ostili o di difficile accesso per realizzare le migliori architetture e infrastrutture di rete. Il tipo di applicazione Cisco che abbiamo adottato per questa sperimentazione, consente di avere unacomunicazione dati terratrenocon traffico sperimentato senza disservizioe con un basso “handover” quindi con una trascurabile perdita di pacchetti dati, minimizzata grazie all’architettura adottata, nonostante il treno sia in movimento e/o ad alta velocità.”

 

Fare innovazione con sperimentazioni che coinvolgono le aziende dei territori in cui operiamo per Cisco è estremamente importante” afferma Enrico Mercadante, Director Architectures and Innovation per il Sud Europa di Cisco.Napoli, in particolare, è una fucina di talenti, al centro di un’area ricca di imprese come EAV pronte ad innovare, come ha dimostrato anche l’esperienza che abbiamo vissuto in questi ultimi anni con il Digital Transformation Lab e la nostra Academy presso l’Università Federico Secondo. La tecnologia che validiamo oggi in questo progetto consente di portare in mobilità sui treni i servizi che richiedono banda larga e solitamente troviamo nelle stazioni. Si tratta di soluzioni all’avanguardia, che guardano al futuro e che hanno un cuore italianoin quanto derivano dalla recente acquisizione di Fluidmesh, un’azienda nata a Pisa“.

(I-TALICOM)