E-DISTRIBUZIONE INAUGURA UN NUOVO CENTRO SATELLITE IN CAMPANIA

NAPOLI – Nuova energia nel napoletano grazie al nuovo centro satellite “Ciampa” di Afragola. I rappresentanti di E-Distribuzione Leonardo Ruscito, responsabile della area Sud, Antonino Zecca, responsabile della provincia di Napoli, assieme ai rappresentanti del Comune, il subcommissario vicario Dario Annunziata e Nunzio Boccia hanno presentato la nuova infrastruttura energetica e i suoi principi di funzionamento alle istituzioni del territorio.

L’investimento è il frutto di una forte sinergia con le istituzioni locali e consente non solo il miglioramento della qualità del servizio elettrico ma anche la riqualificazione dell’area antistante la scuola “Castaldo Nosengo” del comune campano.

Tutti i lavori sono durati circa dieci mesi con un investimento complessivo di oltre 300 mila euro e rientrano nell’ambito di diversi progetti che E-Distribuzione sta portando avanti in tutta la regione.

Grazie al centro satellite di Afragola è stato realizzato un nuovo collegamento con due nuove linee in Media Tensione provenienti dalla Cabina Primaria di Frattamaggiore e, grazie a sei linee in Media Tensione in uscita è stato possibile magliare la rete elettrica di Afragola aumentandone la resilienza e l’efficienza. Migliora in questo modo sensibilmente la qualità del servizio elettrico per oltre diecimila forniture esistenti nel comune.

Nella cabina sono inoltre stati installati moderni dispositivi con avanzate tecnologie in grado di abilitare la rete elettrica cittadina a sviluppi futuri in ottica Smart City. Il nuovo centro satellite è stato inoltre dotato di un avanzato sistema di videosorveglianza che consente un monitoraggio continuo della rete h24.

“Questo intervento è parte di una serie di investimenti che stiamo realizzando nell’intera regione – ha dichiarato Leonardo Ruscito – Voglio ringraziare per questo l’amministrazione comunale di Afragola e le istituzioni tutte perché ci hanno permesso di lavorare speditamente non solo per migliorare la qualità del servizio offerto ai cittadini ma anche perché, in un importantissimo momento di transizione energetica, questo tipo di lavori ci permette di abilitare la rete alle esigenze del futuro. In zone come questa, una maggiore qualità del servizio e una maggiore possibilità di allacciamenti alla rete, potranno essere elementi incentivanti e trainanti per nuovi investimenti industriali e commerciali.”

(I-TALICOM)