La pordenonese MOLO17 in cima al mondo per una soluzione ICT

834

PORDENONE – Il Friuli Venezia Giulia in vetta al mondo Ict in virtù di una nuovissima soluzione in grado di collegarsi a qualsiasi sistema gestionale aziendale e farlo “parlare” con qualsiasi App. L’ha ideata e sviluppata MOLO17, la software house per lo sviluppo di soluzioni di data mobilization di Pordenone che per questo è stata premiata al Connect 2021 di Santa Clara in California, nella categoria Architecture and Innovator, «per le soluzioni e l’impegno che abbiamo dimostrato in progetti come Zulu Emergency, GlueSync e TwinForce, considerate le soluzioni più innovative al mondo», spiega Daniele Angeli, CEO e fondatore di Molo17 «È la prima volta che un’azienda italiana ed europea arriva a questi livelli – aggiunge Angeli-. Ne siamo orgogliosi, ma siamo anche consapevoli che questa è solo una tappa del nostro ulteriore sviluppo».

A partire dal moderno database leader per applicazioni aziendali di Couchbase, gli specialisti di MOLO17 hanno sviluppato la loro soluzione innovativa che dissolve ogni muro di incomunicabilità tra i gestionali aziendali più tradizionali e il mondo delle app mobile e web, «La ricaduta pratica di questa soluzione informatica – illustra Angeli – è che ognuno all’interno di un’azienda può collaborare con i suoi colleghi in mobilità, avendo le informazioni disponibili sul palmo della mano. Inoltre, la soluzione è stata pensata con interfacce moderne, che fanno sentire operai e impiegati coinvolti, perché studiate a partire dai loro bisogni, eliminando i tempi di attesa e garantendo la piena operatività anche in assenza di connessione ad Internet». È una vera e propria rivoluzione per il mondo manifatturiero e una soluzione che può essere applicata anche a molti altri ambiti. «L’abbiamo infatti già applicata all’emergenza medica», conferma il Ceo, utilizzandola per la soluzione Zulu Emergency che colma il gap di comunicazione tra ambulanza e ospedale. Alla base del progetto, l’ambizione «di sbloccare il potenziale dei dati residenti all’interno dei sistemi ERP del cliente, i quali non sono progettati per rivolgersi al mondo mobile e nemmeno alle esigenze degli utenti moderni», prosegue il manager. «Le persone non vogliono più perdere tempo – aggiunge – soprattutto quando si tratta di scenari business-critical o mission-critical. L’edge si sta muovendo rapidamente e le aziende hanno bisogno di strategie di dati in grado di supportare quel flusso».

La necessità di database moderni per applicazioni business-critical «non è mai stata così grande – ha commentato a Santa Clara Ravi Mayuram, Cto, Couchbase -. Siamo costantemente stupiti da ciò che i nostri clienti e partner sono in grado di ottenere con la nostra tecnologia: stanno aprendo la strada al modo in cui le aziende stanno modernizzando il business».

(I-TALICOM)
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments